18Dicembre2017

GERENZANO DEMOCRATICA

Scegliere nel presente - Ricostruire il futuro

29 Settembre 2012 Scritto da 

Chi volta le spalle a Milano le volta al pane

Gerenzano, 28 Settembre 2012 – Seduta ordinaria del Consiglio Comunale
 
Riordino delle provincie in base alla legge 135 del 7 Agosto 2012..
Intervento di Gerenzano Democratica – Centrosinistra Unito
 

Egregio Sindaco,
signori consiglieri comunali,
Gerenzano Democratica Centrosinistra Unito non è d’accordo sulla scelta di questa amministrazione di non aderire alla costituenda Città Metropolitana di Milano e vi propone, a sostegno della nostra posizione,  uno stralcio di un brano  redatto da studiosi del Politecnico di Milano che hanno analizzato a fondo il territorio del Saronnese:

"Il borgo di Saronno, avvantaggiato dal rapporto diretto con la strada varesina, prima, e con la ferrovia, poi, si è confermato come vertice di una formazione satellitare di villaggi disposti a corona: un sistema gerarchico consolidatosi già nel medioevo con l’emergere di un ruolo di piazza di mercato di Saronno….
Ancora oggi Saronno è il perno di un più ampio sistema insediativo che ha mantenuto una sua chiara leggibilità. ….Allo stesso tempo, grazie ad un invidiabile sistema infrastrutturale e alla sua posizione intermedia fra Varese, Como e Milano, la città e la sua area di influenza risultano fortemente integrate nel contesto metropolitano facente capo a Milano.” Da: Saronno: potenzialità metropolitane e qualità urbana a cura del professor Giancarlo Consonni. Autrice: Arch. Ilaria Nava Dic. 2008.

Questo pone in evidenza due elementi fondamentali che, a nostro parere, non sono stati considerati nella giusta importanza da questa amministrazione:

1) Lo stretto legame tra il comune di Saronno e i comuni a corona fra i quali Gerenzano svolge un ruolo fondamentale perché da sempre collegato in modo organico a Saronno (viabilità, impianto urbano, scuola, lavoro).

2) La stretta connessione fra Saronno e Milano consolidatasi con la Ferrovia Nord, L’autostrada e la Varesina.

Questo ci porta ad affermare che sia profondamente sbagliato operare una scelta non condivisa con Saronno. Quindi scollegarsi dalla città metropolitana di Milano ci trasformerebbe nell'estrema periferia di una maxi provincia con capoluogo Monza. Una città con cui Gerenzano non ha avuto e non ha niente a che spartire e di difficile raggiungimento.
A questa fondamentale considerazione urbanistica se ne aggiungono altre che rafforzano la nostra idea:
- Riteniamo che la scelta sia stata presa senza informare la popolazione e senza coinvolgere le forze politiche che  la rappresentano,  cioè nella totale mancanza di trasparenza con la nostra amministrazione tentennante,  insicura, per non dire in balia degli eventi.
- Non si può decidere di un fatto che potenzialmente potrebbe condizionare la nostra comunità per decenni avendo ricevuto comunicazione il giorno prima del consiglio comunale deliberante,  mentre le altre amministrazioni ne discutono da mesi.
I
n merito alle giustificazioni a supporto della vostra scelta “storicamente il comprensorio del saronnese è sempre stato ricompreso nella provincia di Varese” facciamo notare che  “il comprensorio del saronnese ha gravitato dall’epoca romana fino al 1927 su Milano e solo d’allora è diventato parte della costituenda provincia di Varese che si è caratterizzata per la sua policentricità e disomogeneità: Saronno, Busto, Gallarate e Varese.

Inoltre la Pedemontana, la rotonda sulla varesina e le altre infrastrutture in costruzione sono opere oramai avviate, alcune delle quali sono di competenza regionale  e certamente non si fermeranno cambiando provincia, ma semmai per mancanza di fondi.
Sulla base di queste considerazioni, Gerenzano Democratica Centrosinistra Unito esprimere parere contrario.

Gerenzano Democratica – centrosinistra unito
Pier Angelo Gianni



Sede : Via xxx xxx - Gerenzano
e-mail : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.